Approfondimento - One Day Auto S.r.l.
593
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-593,qode-listing-1.0.1,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0,qode-quick-links-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-12.0.1,qode-theme-bridge,bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive
 

Approfondimento

Veicoli americani danneggiati nel mercato europeo dell’usato.

 

Cosa c’è dietro un Prezzo troppo invitante?

Spesso le auto che hanno subito incidenti gravi negli Stati Uniti vengono importate in Europa, riparate in paesi con costi di manodopera particolarmente bassi e reimmesse nel mercato a prezzi stracciati.

 

Negli USA quando una vettura subisce un incidente grave (oppure viene danneggiata da calamità naturali), viene radiata dal dipartimento dei trasporti e riceve un “salvage title”, una attestazione che ne preclude la circolazione sulle strade americane – di fatto si tratta di una radiazione che obbliga all’esportazione o alla vendita per ricambi.

 

Le autorità europee non limitano l’importazione di questi veicoli, che vengono acquistati in genere tra i 5.000 e i 10.000$, trasportati e riparati nei paesi Baltici e dell’Est Europa in strutture non specializzate con manodopera a basso costo prelevando componenti da altri veicoli danneggiati e, in mancanza di parti compatibili, usando ricambi asiatici di concorrenza di bassa qualità.

UN BUON CONSIGLIO:

 

Chiedete al commerciante il numero di telaio dell’auto che vi interessa, e digitatelo su Google Immagini. Se la vettura è stata venduta all’asta negli USA da meno di 18 mesi le sue foto compariranno tra i primi risultati della ricerca.

I rivenditori in Europa offrono questi veicoli riparati non sempre informando il cliente, e quando lo fanno tendono a sminuire l’entità dell’incidente, indicando come piccoli gli interventi effettuati in quanto la vettura è stata dichiarata come Perdita totale negli USA allo scopo di ottenere maggiore risarcimento dall’assicurazione. Nella quasi totalità dei casi queste dichiarazioni non corrispondono al vero.

 

I rivenditori alla richiesta di informazioni a riguardo inviano spudoratamente foto dell’auto danneggiata, ma non si tratta delle foto reali, bensì di immagini archiviate di veicoli simili nel colore e allestimento ma con danni lievi.

 

I veicolo offerti ad un esame superficiale possono apparire in buono stato, ma bisogna fare alcune considerazioni:

 

  • L’acquirente non ha alcuna garanzia, spesso questi veicoli sono offerti da privati o rivenditori di sola intermediazione con la sede nel paese di riparazione, senza background tecnico su questa tipologia di autovetture, privi di post-vendita e strumenti per la diagnostica. Spesso anche la conversione degli impianti di illuminazione alle norme europee è eseguita in maniera approssimativa e posticcia, fonte di problematiche nel medio periodo.
  • La riparazione dei sistemi di sicurezza del veicolo, come gli airbag, per ragioni di costo viene tralasciata, ingannando I sensori elettronici mediante bypass oppure rimuovendo le spie di segnalazione guasti. In caso di incidente può essere molto pericoloso.
  • Questi veicoli subiscono un importante deprezzamento in fase di successiva rivendita.
  • In caso di sinistri di una certa entità con coinvolgimento di cose o persone, i periti incaricati dalle assicurazioni conoscono bene il Sistema di visura certificate Carfax per verificare il passato della vettura quando circolava negli Stati Uniti e con altrettanta facilità possono rifiutare risarcimenti oppure richiederli se la vettura ha subito in precedenza danneggiamenti ritenuti non riparabili dal dipartimento dei trasporti Statunitensi al punto da negarne la circolazione su strada.

Come provare a riconoscere questo genere di veicoli:

 

  • Il prezzo è di circa 5.000-10.000€ inferiore al corretto valore di mercato per la stessa vettura ma con storico pulito.
  • Indicatori di direzione aggiuntivi bianchi e di forma triangolare\trapezoidale (installati su tutte le vetture in offerta indipendentemente dal modello)
  • Interni colorati molto accattivanti, particolari in plastica verniciati in tinta carrozzeria e sedili in pelle colorata con loghi oppure trame non originali (il loro rivestimento si rende necessario quando esplode l’airbag sedile)
  • Stripes oppure grafiche particolari, con carattere e font non originali della casa
  • Vernice molto lucida (per renderle più appariscenti vengono riverniciate con applicazione di strato trasparente doppio rispetto alla norma)
  • Scarichi sportivi, in realtà si tratta di semplici tubi senza silenziatore in sostituzione degli originali danneggiati ad esempio in un incidente sul posteriore, oppure installati per rendere più rumorosa la vettura in showroom, salvo poi generare forti e fastidiose risonanze in abitacolo nel vero utilizzo quotidiano.